X (Numero Romano Ordinale)

Sono passati dieci anni dal freddo serale di quella panchina, ed oggi come allora, come in tutti gli autunni ed i grani del rosario, patisco il primo gelo e rifletto. Ancora non ho sbrogliato la matassa, la gioventù prosegue come un non luogo od un tempo supplementare. Non si aspetta altro che la fine. Ma l’attesa, per quanto sinonimo di pazienza e prudenza, rimane confinata alle ore notturne, all’incoscienza che ringrazia a volte Morfeo, a volte Bacco. Il giorno, da sempre, profuma di battaglia e di onore. Mi concentro, in questo anniversario degno dell’Iliade, sulle unità di misura, sul sistema metrico corrente. Quando l’onestà intellettuale diventa severità, punizione? Quando l’infelicità per le mie mancanze genera durezza, quanto incide la paura di una vile autoassoluzione? Non nego che potrei essere in errore riguardo le metodologie di settaggio degli stati d’animo; tuttavia, lungi da me l’evitare lo sguardo delle debolezze. Gli sbagli, i punti critici e deboli. Devono rimanere tra le prime file dell’emisfero analitico giustamente insieme alle vittorie.
Vedo chiaramente in la negli anni: l’uomo del domani si decide in questa stagione. Per il resto della vita, godrò dei frutti e piangerò le sfortune del presente, dell’unica (o una delle pochissime)
possibilità di generare uno status quo duraturo. Ritengo tale responsabilità la ragione dello stress, della stanchezza che accompagnano questi giorni. In cuor mio però, mi sento meritevole della buona sorte ed il pensiero di non ottenerla mi dilania le viscere. Che sia ora di allungare la mano e chiedere per lo meno un acconto
?

Annunci

3 Risposte to “X (Numero Romano Ordinale)”

  1. CoNSuELo Says:

    Fulvi… sono senza parole !! Anzi, no… tre parole le scrivo. Sempre le stesse, di volta in volta più vere… TI VOGLIO BENE FRATELLO MIO. Così simile e così diverso da me. Ogni cosa che scrivi è esattamente come io vorrei esprimerla. Pur vivendo vite differenti… TI SENTO !!

  2. Francesco Says:

    Ma direi anche di si. O bisogna per forza rovinarsi la giovinezza per una qualche (presunta) ventura stabilità? Ciò non sarà concesso, non vi è alcuna legg che regola i doni e le perdite. Meglio prendersi tutto, e subito.

  3. Vedi, la giovinezza per come l\’ho intesa è già stata, e da essa ho preso tutto, subito e con calma; lo ricorderai senz\’altro. Le ere successive non sono una condanna, un limbo dantesco di sospiri e malinconia del tempo che fu. Ho accettato i limiti imposti dai pochi anni, e ora che iniziano ad essere di più voglio semplicemente ottenere gli aspetti gratificanti e gioiosi connessi all\’età adulta. E giuro che me li prenderò.La notte è nostra.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: