Archivio per dicembre, 2006

Iodellavitanonhocapitouncazzo

Posted in Senza categoria on 23 dicembre 2006 by Diecimilagiorni
Eccolo qui, il mio guardingo alter ego. Un uomo dalla cattiveria mascherata da onestà, freddo e calcolatore nei suoi interessi: se non raggiunge ciò che vuole…Allontana tutti da sè. E non importa se la persona che ha davanti lo ama e farebbe qualsiasi cosa per lui. Contano solo il suo ego, i suoi numeri.
 
– " Non provi dolore di fronte allo stesso, fratello? Non hai mai assaggiato un sapore del medesimo tipo? E proprio in questi mesi non ricordi di aver investito molto di te stesso, essendo ripagato con dubbia moneta? Hai dimenticato?"
Forse, hai solo ignorato, nel tuo mondo di velocità ed oblio. Ti chiedevo di fare attenzione, ed hai superato le mie aspettative. Sei nelle alte sfere ormai: sei un pirata, un pescecane. Hai aggiunto un grosso ingranaggio dentato a quella disumana macchina che potrei chiamare "minding the self", la quale, coinvolgendo l’intera umanità, ha spazzato via il tuo piccolo alambicco già andato in pezzi. E tu ti sei arreso, convertito.
 
" La nostra frammentaria personalità, fratello mio, ti consentirebbe di parlare in questo modo. Tuttavia, non si può dire di me che sia cambiato, che abbia tradito. Solo, è da poco tempo che vedo la luce del giorno e sono libero di agire. Mi sarei comportato ugualmente in qualunque momento mi avresti tolto le catene. Io sono la parte di noi che opera nel modo che hai descritto: questa è la mia natura. Mi hai liberato per metterti al riparo dal dolore."
 
"…Dunque, siamo al riparo dal dolore ma lo infliggiamo agli altri?
 
" Scegli"

My friends…My friends are here tonight…

Posted in Senza categoria on 8 dicembre 2006 by Diecimilagiorni
Grandi Iron Maiden!! Sabato 2 Dicembre ero al Datch Forum di Milano, non molto distante dal palco a fare casino insieme ad altre 20000 persone!! Foretecapu!!! Peccato solo che abbiano fatto tutto l’ultimo disco (che cmq anche se non è all’altezza dei precedenti suonato live è molto meglio), e solo 5 classici, sui quali però sembrava che il palazzetto stesse crollando! Era fantastico vedere migliaia di braccia che alzavano indice e medio sul ritornello di Two minutes to midnight, oppure, sotto richiesta di Bruce, la sala buia rischiarata da chissà quanti accendini ondeggianti, sulle parole "I am the man who walks alone, and when I’m walking in a dark road…"
E tra l’altro, dopo non ricordo quale pezzo, ci son stati molti minuti di cori ed applausi, al termine dei quali Dickinson si è inchinato signorilmente pronunciando la frase che leggete come titolo di questo intervento…
IRON MAIDEN GOT ALL OF YOU!!!